2016 – Infiniti Mondi Infinite Soluzioni

“Infiniti Mondi e Infinite Soluzioni”: convegno a Nola

Nola – Si terrà martedì 18 ottobre alle 9.30, nell’appena restaurata Chiesa dei Santissimi Apostoli a Nola, il convegno“Infiniti Mondi, Infinite Soluzioni”, un seminario organizzato dal Dipartimento per la Salute Mentale, attraverso l’Unità Operativa Complessa per la Salute Mentale di Nola e dalle cooperative sociali ‘Litografi Vesuviani’, ‘Primavera’ e ‘Il Faro’, con il patrocinio dell’ASL Napoli 3 Sud e del Comune di Nola.

Il seminario vuole stimolare la diffusione di buone pratiche per “fare” Salute Mentale fondate sui principi della dignità, dell’emancipazione, e del rispetto dell’altro. Il titolo del seminario chiaramente si ispira a Giordano Bruno, la cui filosofia sostiene pienamente i principi enunciati e ancora oggi è una sorgente di spunti preziosi per sostenere politiche di rispetto e riconoscimento dell’altro in ogni sua diversità o meglio manifestazione. Bruno afferma “…non è armonia e ordine dove è unità, dove un essere vuole assorbire tutto l’essere, ma dove è ordine e analogia di cose diverse, dove ogni cosa serva la sua natura…”. Ogni uomo è centro dell’infinito universo ed ha pari dignità con ogni altro uomo.

Queste affermazioni devono essere alla base di qualunque azione politica rivolta a cittadini affetti da disagio mentale per determinarne il più alto grado di inclusione sociale permettendo ad essi stessi di diventare parte attiva e costruttori di una società che sostiene e accompagna le persone svantaggiate.

Il DSM dell’ASL Napoli 3 Sud in partenariato con le cooperative sociali applica interventi in questa direzione. Negli ultimi 2 anni ha assistito circa 300 persone con disagio mentale grave, sul territorio aziendale, nei loro contesti di vita e di lavoro con progetti specifici costruiti sulle risorse individuali per consolidarle e potenziarle. Promuove anche specifici programmi riabilitativi che hanno al centro lo sviluppo e l’acquisizione di capacità lavorative unitamente al privato sociale. Alcune di queste persone oggi sono pienamente coinvolte in realtà lavorative e nel corso dell’evento testimonieranno la loro esperienza.

Il filo logico, in definitiva, che conduce il seminario è la promozione di un cambiamento culturale e l’attivazione di risorse e collegamenti tra tutte le agenzie che concorrono a “fare” Salute Mentale.

Il seminario ospiterà il Prof. Aldo Masullo per una lettura magistrale sulle connessioni tra la filosofia del Nolano e la Salute Mentale. Sono previsti interventi che affronteranno il tema della psichiatria e della salute mentale, dell’arte e della follia, di rappresentanti delle cooperative sociali, testimonianze di persone che oggi esercitano pienamente i propri diritti di cittadinanza. Gli interventi saranno tenuti dal Dott. Manlio Grimaldi (Direttore DSM), dalla dott.ssa Rita Alessandra Fusco (curatrice d’arte), dott.ssa Ornella Scognamiglio (presidente Litografi Vesuviani), sig. Sergio Allocca socio cooperativa Litografi Vesuviani. Moderano il dott. Pasquale Saviano ed il dott. Gennaro Esposito, psichiatri della UOCSM di Nola. Seguirà una tavola rotonda con rappresentanti delle istituzioni: Dott. P. Amato Dirigente Liceo Medi (Cicciano), il dott. Umberto Capolongo Direttore Ufficio per l’impiego, dott.ssa Rosanna Giordano Presidente Federsanità Campania, modera il dott. Eugenio Nemoianni, responsabile UOCSM Nola. È prevista la presenza del Sindaco di Nola, Avv. G. Biancardi, del Direttore Generale ASL Napoli 3 Sud, dott.ssa A. Costantini e del Direttore Sanitario ASL Napoli 3 Sud, dott. L. Caterino che apriranno i lavori del seminario.

Fonte: nonsolonola.it

Disagio mentale: il ruolo delle cooperative in Campania

Il seminario ha lo scopo di promuovere le buone pratiche per la salute mentale fondate sui principi della dignità, dell’emancipazione e del rispetto dell’altro cercando ispirazione anche nella filosofia di Giordano Bruno.

Rassegna stampa:

Disagio mentale: il ruolo delle cooperative raccontato da Rosanna Giordano

La cooperazione fornisce e continua a fornire risposte al disagio mentale, integrando nella società ragazzi, uomini e donne dalle storie più diverse ma tutti alla ricerca di un loro posto nel mondo. Sono decine e decine le cooperative che nella nostra Organizzazione lavorano per introdurre nel mondo del lavoro e nella società persone che altrimenti ne resterebbero fuori. La salute mentale è ancora un tabù, purtroppo, sebbene vi sia una grande urgenza di confronto sulle cure e sulle soluzioni a lungo termine da adottare. Eventi come questi ci ricordano che le cooperative sono in prima linea per alimentare dibattiti, sensibilizzare le comunità dove operano, comprese le istituzioni, offrire servizi e cure. Continueremo a lavorare per sostenere la nascita di cooperative socio-sanitarie capaci di innovare rispetto al passato e di offrire prospettive anche a quanti temono di non averne”.

Questo il commento di Rosanna Giordano, Presidente di Federazione Sanità – Confcooperative Campania, intervenuta al convegno “Infiniti Mondi Infinite Soluzioni”, organizzato dalle cooperative I Litografi Vesuviani, La Primavera ed Il Faro e svoltosi presso la Chiesa Santissimi Apostoli in Via San Felice, 15 – Nola.

Ai lavori, oltre ad esponenti del mondo della cooperazione, hanno partecipato tra gli altri: il sindaco di Nola, Geremia Biancardi e il professor e filosofo, Aldo Masullo.

Fonte: Confcooperative Campania

Disagio mentale: le cooperative che integrano

Si è parlato del valore della cooperazione sociale che integra persone con problemi di salute mentale al convegno “Infiniti Mondi Infinite Soluzioni”, organizzato a Nola dalle cooperative I Litografi Vesuviani, La Primavera e Il Faro.

A sottolinearlo Rosanna Giordano, Presidente di Federazione Sanità – Confcooperative Campania: “La cooperazione fornisce e continua a fornire risposte al disagio mentale, integrando nella società ragazzi, uomini e donne dalle storie più diverse ma tutti alla ricerca di un loro posto nel mondo. Sono decine e decine le cooperative che nella nostra Organizzazione lavorano per introdurre nel mondo del lavoro e nella società persone che altrimenti ne resterebbero fuori. La salute mentale è ancora un tabù, purtroppo, sebbene vi sia una grande urgenza di confronto sulle cure e sulle soluzioni a lungo termine da adottare. Eventi come questi ci ricordano che le cooperative sono in prima linea per alimentare dibattiti, sensibilizzare le comunità dove operano, comprese le istituzioni, offrire servizi e cure. Continueremo a lavorare per sostenere la nascita di cooperative socio-sanitarie capaci di innovare rispetto al passato e di offrire prospettive anche a quanti temono di non averne”.

Fonte: napolicittàsolidale.it

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *