Valorizzazione di un bene immobile confiscato alla criminalità

Nel 2014  il Comune di Napoli assegna  ai “Litografi Vesuviani” un immobile confiscato ai sensi della L.575/65 e s.m.i. , sito nella Municipalita’ VII, quartiere di Secondigliano, alla Via Dante Alighieri 12/14. Via Dante e’  un’arteria situata nel cuore del centro storico di Secondigliano, vista la presenza del mercatino rionale  ed il vicino Corso. Da Sempre fulcro commerciale della zona, dominata da una miriade di piccole e piccolissime imprese , nelle quali però il rapporto tra lavoratori regolari e a nero è frequentemente ai limiti della legalità, costituendo un ulteriore “terreno di cultura” dell’illegalità.

L’ipotesi iniziale di progetto denominato “ DiversaMente: vendiamo creatività” che è in discussione per la complessa sostenibilità dell’azione imprenditoriale di tale tipologia in quel territorio, era finalizzato alla commercializzazione di prodotti artistici e serigrafici realizzati da persone diversamente abili mentali.

Attualmente l’immobile necessita di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria.

I lavori possono essere così riassunti:

  • smontaggio scala interna;
  • adeguamento vetrina su via Dante Alighieri;
  • realizzazione pareti divisorie con mattoni forati in laterizio per creazione al piano terra degli ambienti deposito e servizio igienico con relativo antibagno;
  • realizzazione parete a delimitazione soppalco esistente;
  • rivestimento delle pareti e dei soffitti con pannelli di cartongesso;
  • sostituzione infissi interni ed esterni;
  • adeguamento impianto elettrico e idrico-sanitario;
  • opere di finitura interne ed esterne.
Condividi su: