recovery e formazione

Recovery e Formazione al lavoro: Il paziente al centro del suo percorso riabilitativo

La cooperativa Litografi Vesuviani nasce nel maggio del 2000 a conclusione di un progetto europeo, misura “Horizon”, specifico per la valorizzazione delle risorse umane. Il progetto europeo ha dato la possibilità a giovani utenti del DSM, di formarsi come grafici pubblicitari. Con il sostegno del Comune di San Giorgio a C. e del DSM dell’ASL Napoli 3 Sud, è stata costituita la Cooperativa di inserimento lavorativo.

Innumerevoli sono stati i progetti di cui la cooperativa si è fatta promotrice collaborando con Istituzioni Pubbliche e Private. Perseguendo il modello Recovery: la “persona al centro”, da protagonista della propria vita, a protagonista della vita della propria comunità. Le attività della Cooperativa favoriscono infine quella consapevolezza dei familiari e della comunità locale, che completa il processo di inclusione sociale.

L’esperienza della Cooperativa, testimonia che, è possibile prendersi cura delle persone, spostando l’attenzione dal trattamento clinico tout court ai servizi di riabilitazione. Possono essere promossi inserimenti lavorativi con risultati validi quando si costruiscono contesti di lavoro che pongono le relazioni umane e i valori morali. L’uomo al centro dell’azione sociale nel lavoro. I contesti che sanno comprendere e valorizzare le differenze ed in cui ognuno può esprimere al meglio le proprie potenzialità. L’occupazione dei dipendenti formati dalla cooperativa è avvenuto anche grazie al sistema delle Borse Lavoro. I settori gestiti dalla cooperativa sono: Agenzia di Pubblicità – Serigrafia –  Sartoria – Orto Sociale 

Serigrafia e Agenzia di pubblicità: Attualmente la Cooperativa offre stabilmente un regolare contratto di lavoro sia full time che part-time a Tempo Indeterminato a 8 utenti, (legge 381/91) . Il nostro modello di impresa sociale è basato sulla partecipazione attiva del socio lavoratore.  La serigrafia artigianale, comparto merceologico di riferimento, è gestita in ogni aspetto organizzativo da tutti i soci lavoratori. La formazione è trasversale per tutti, l’organizzazione è composta dalle diverse competenze di ogni socio lavoratore e alla propria vocazione. I soci più “”anziani”,  affiancano i soci più “giovani” con un supporto di tutoraggio, che è molto funzionale per il “peer to peer”.

L’Orto dei Vesuviani: Nella città di Portici,  la Cooperativa ha avuto affidato da privati incomodato d’uso gratuito un terreno di circa 1200 mq, dove ha realizzato un Orto Sociale di grande impatto sociale. Il Contadino che forma non solo alla tecnica di coltivazione, ma anche all’amore per la terra e al rispetto per l’ambiente, è un aspetto fondamentale del progetto. Inoltre, poiché l’orto è aperto ai cittadini, questo favorisce l’inclusione. Il rapporto diretto con le persone che usufruiscono dei beni della terra, il contatto con gli altri attori, amplia il raggio delle competenze e delle esperienze.

La Sartoria dei Vesuviani: Nel 2016 nasce il Progetto La Sartoria dei Vesuviani, un laboratorio artigianale di sartoria e ricamo. Il laboratorio nasce per dare la possibilità agli utenti del DSM dell’ASL Napoli 3 Sud, di usufruire di una formazione professionale. Con risorse umane qualificate, è possibile acquisire competenze lavorative nel campo della sartoria e del ricamo.  Gli utenti sono accolti, dall’artigiana esperta, da 1 tutor che svolge la funzione di peer, da un animatore sociale, da 1 volontaria. Sono prodotte shopper di stoffa, sacchetti profumati, biancheria e accessori moda, accessori per la casa e borse realizzate da materiali riciclati e non. Il laboratorio si occupa inoltre di aggiusti e lavori sartoriali.

Per quanto attiene i percorsi di inserimento lavorativo, essi si svolgono prevalentemente all’interno delle aree produttive della Cooperativa. Hanno come finalità l’attuazione dì un percorso autonomo e consapevole che attraverso azioni di orientamento e formazione mira al recupero delle competenze individuali, lavorative e socio-affettive. La persona è guidata, individuando e riattivando capacità e competenze, ciò fa sì che aumenti in essa l’autostima, la motivazione al cambiamento e la spinta all’auto-realizzazione.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0
Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *